Disclaimer per i contenuti del Blog


DISCLAIMER:Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo ne degli eventuali danni derivanti dall'utilizzo proprio od improprio delle informazioni presenti nei post.

mercoledì 5 novembre 2014

MacOS X - Installare Yosemite e salvare il file di installazione

OS X Yosemite è purtroppo disponibile in download solo tramite AppStore ed essendo abbastanza corposo, più di 5GB, nel caso di strutture con molti computer da aggiornare, questo potrebbe comportare lunghe attese e/o internet congestionata per lungo tempo.

Il modo migliore per ovviare a questo problema è quello di salvare il file di installazione immediatamente dopo il termine del download e prima di iniziare la procedura di installazione. Ovviamente almeno uno dei Mac andrà aggiornato con la procedura standard così da ottenere il file.

Al termine del download il file in questione ("Installazione di OS X Yosemite") sarà disponibile nella cartella applicazioni e, per copiarlo, sarà sufficiente trascinarlo, ad esempio, sulla scrivania o su una pennetta USB avendo cura di tenere premuto il tasto ALT durante l'operazione di Drag&Drop così da copiare il file e non spostarlo (in realtà la pressione del tasto ALT è obbligatoria solo nel caso in cui la cartella di destinazione sia posizionata nello stesso disco di quella di partenza, quindi nel caso di destinazione su pennetta USB non serve).


A questo punto il file si può tranquillamente trasferire su un altro Mac per eseguire l'aggiornamento.