Disclaimer per i contenuti del Blog


DISCLAIMER:Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo ne degli eventuali danni derivanti dall'utilizzo proprio od improprio delle informazioni presenti nei post.

venerdì 4 aprile 2014

Un server LAMP con il Raspberry PI - Step 1 - Il server Web

Anche sul piccolo Raspberry PI è possibile installare tutto il necessario affinché possa essere essere utilizzato come server LAMP.

I software che dovremo installare saranno Apache2, PHP5, MySQL e
VSFTP.

In questo primo post affronteremo l'installazione di Apache2 e del supporto al linguaggio PHP con un paio di step di verifica del funzionamento del software installato.



Iniziamo con Apache2:

   sudo apt-get install apache2

al termine dell'installazione andiamo a modificare i permessi della cartella nella quale andremo a mettere i nostri files html (in una situazione di produzione eviterei caldamente questa operazione che, di fatto, abbassa al minimo la sicurezza rendendo scrivibile per CHIUNQUE la cartella stessa):

   sudo chmod 777 /var/www
   sudo chmod 777 /var/www/index.html

Possiamo ora verificare il funzionamento del server Web (attenzione, faccio riferimento all'indirizzo del PI utilizzando rpi.local e non l'indirizzo IP in quanto ho precedentemente eseguito i step indicati in questo post):


A questo punto aggiungiamo PHP5 (step opzionale, se non useremo mai pagine in PHP è inutile installarlo):

   sudo apt-get install php5

al termine dell'installazione creiamo un piccolo script PHP per verificare il funzionamento del server:

   nano /var/www/phptest.php

e all'interno dell'editor inseriamo queste tre righe:

<?php
   phpinfo();
?>

CTRL+X / S / ENTER per salvare.


Anche PHP funziona :)

Nessun commento:

Posta un commento